Archivio per la categoria ‘HowTo’

Fonte: http://www.bloGhiotto.it

Preparazione:
– backup dei dati nel caro vecchio HD (volendo con TimeMachine)
– copia di Lion su supporto di memorizzazione (DVD o pennetta USB)
– cacciavite a stella per smontare la cover inferiore del Mac
– cacciavite Torx T6 per svitare le viti laterali del vecchio HD e metterle nel nuovo SSD
– ovviamente un SSD da 2.5″

Prima di smontare il Mac, se Lion è su DVD, si può inserire il disco prima di spegnere. Altrimenti si può inserire una volta acceso con l’SSD montato.

Montare l’SSD seguendo questa video-guida (ce ne sono molte altre su youtube):

Una volta montato l’SSD avviare il Mac con premuto il tasto “Alt”. All’avvio verrà mostrato il supporto di memorizzazione inserito (con Lion installato), avviare da questo supporto. Attendere che si arrivi alla schermata principale, scegliere “utility disk”, andare a sinistra nell’SSD e  cliccare su “inizializza”, scegliere “Mac OS esteso (journaled)” e dare un nome di fantasia alla partizione (ad esempio “Lion”, senza virgolette). Una volta eseguita l’inizializzazione dell’SSD tornare alla schermata principale, scegliere “installa Lion” e quando richiesto selezionare la partizione Lion. Attendere…ci sarà un riavvio e l’installazione, dopo che tutti i file saranno copiati, sarà finita.
Durante l’installazione si potrà anche effettuare un recupero da una partizione TimeMachine, non l’ho scelta per avere un sistema operativo pulito e nuovo.

Al riavvio avrete Lion installato da zero e pronto all’uso. Non spaventatevi della velocità 🙂
Personalmente ho montato lo stesso SSD che si vede nel video, il Crucial M4 da 128GB  reperibile a circa 115€. Praticamente è come se avessi un Mac nuovo vista la velocità e la differenza con l’Hard Disk: circa 10 secondi per avere il Mac pronto all’uso all’accensione.

Annunci

Mi ero promesso di iniziare a scrivere un po’ di guide (howTo più che altro)…inizio con questa 😉
Inizio col dire che ci sono varie modalità di trasferimento a seconda dell’estensione del dominio. Iniziamo con il nostro dominio nazionale (.IT):

Dominio con estensione .IT

La modalità è una delle più semplici (da quando si è fatto il passaggio dalla vecchia, lenta, obsoleta modalità asincrona alla sincrona): basta richiedere l’authCode (chiamato anche authInfo) al provider (ovviamente quello dal quale state andando via). Una volta che si è in possesso di questo codice alfanumerico (che deve essere fornito obbligatoriamente) possiamo trasferire il nostro dominio verso qualsiasi provider.
Per controllare l’attuale REG associato al dominio potete effettuare il whois da qui: http://www.nic.it/web-whois/index.jsf

Dominio con estensione .COM, .NET, .INFO, .BIZ, .ORG (ed anche .name, .mobi, .me, .us, .ws, .bz, .asia … ):

Oltre all’authCode (anche qui necessario per il trasferimento) dobbiamo controllare che il dominio sia sbloccato al trasferimento (stato unlocked) e che l’email associata al contatto Admin sia effettivamente una vostra email attiva (nella quale potete ricevere). Di solito lo stato dei domini con questa estensione è “ClientTransferProhibited” (potete fare il whois da qui: http://www.internic.net/whois.html e vedere cosa è scritto vicino a “Status”), se il dominio è in questo stato, come suggerisce lo stesso, non può essere trasferito ed occorre chiedere al provider lo sblocco. Attenzione: questi domini non possono essere trasferiti entro 60 giorni dalla loro registrazione o trasferimento. Per quanto riguarda l’email del contatto Admin: qui verrà inviata un’email dal provider al quale state trasferendo il dominio con un link per l’approvazione del trasferimento. Senza click nel link il dominio non può essere trasferito. Riepiloghiamo:

1) richiesta authCode
2) Controllo stato dominio (vedere “Status” da qui http://www.internic.net/whois.html ). Se stato bloccato richiedere lo sblocco.
3) Controllo indirizzo email associato al contatto Admin (controllare da qui: http://whois.domaintools.com/ )
4) Richiedere il trasferimento

Dominio con estensione .EU

Ancora per poco tempo il trasferimento dei domini .eu non necessita di nessun codice o cosa particolare: viene inviata un’email da Eurid stesso al contatto registrante del dominio con un link per l’approvazione. Una volta cliccato nel link il dominio viene trasferito. Per vedere qual è l’email del contatto potete andare qui: http://www.eurid.eu/it/content/whois-9

A breve…vi aggiornerò nel blog…anche per i trasferimenti dei domini .eu verrà introdotto l’authCode e la prassi sarà come quella dei domini .it